Nostalgia e Alcarràs – L’ultimo raccolto

Massimo Arciresi

Nostalgia e Alcarràs – L’ultimo raccolto

- venerdì 03 Giugno 2022 - 06:50

I film suggeriti da L'Inchiesta Sicilia per voi: Nostalgia e Alcarràs - L’ultimo raccolto

A proposito di questi due…

Segnalazioni cinematografiche

Nostalgia (Italia/Francia, 2022) di Mario Martone con Pierfrancesco Favino, Francesco Di Leva , Tommaso Ragno, Aurora Quattrocchi


Nostalgia

Dal romanzo di Ermanno Rea ancora un notevole risultato di Martone, negli ultimi anni per nostra fortuna più attivo. Il timido, fiducioso ritorno di Felice nella sua Napoli («Non è cambiato niente!», percepisce) dopo un “esilio” quarantennale in cui ha vissuto (con profitto) su e giù per l’Africa è un racconto polisemico e disincantato nella sua calibrata durezza. Ritrovata la madre (struggente il loro riallaccio), il nostro si mette in cerca dell’amico perduto (per davvero!) Oreste; lungo la protratta permanenza traghetta dall’accento arabo alla cadenza napoletana (suggella Favino), riguadagna le strade belle e crudeli (splendida fotografia di Paolo Carnera, anche per i flashback in formato ristretto) ma non riadatta la forma mentis. Finale da manuale, perfetti comprimari (Nello Mascia su tutti). Pieni voti.

Alcarràs – L’ultimo raccolto (Alcarràs , Spagna/Italia, 2022) di Carla Simón con Jordi Pujol Dolcet, Ainet Jounou, Xènia Roset, Josep Abad


Alcarràs – L’ultimo raccolto

Una numerosa famiglia catalana (attori non professionisti e non imparentati, diretti benissimo – bimbi compresi – dalla regista dell’altrettanto semi-autobiografico Estate 1993 ) coltiva frutta da generazioni su un terreno concessole per gratitudine dai tempi della guerra civile. Il nuovo erede decide di adibire l’appezzamento all’installazione di pannelli solari, offrendone la manutenzione agli agricoltori, purtroppo non tutti possibilisti. Comunque vada, sono le ultime pesche da raccogliere. Crescendo quieto e inesorabile, deterioramenti interni ed esterni, energie rinnovabili a confronto con le tradizioni.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta