Nuova edizione de L’Inchiesta Sicilia – Testata di approfondimento fondata nel Luglio del 1996 da un gruppo di giornalist* indipendenti

Le regionali di ottobre, i possibili schieramenti politici

di Redazione

Il premier Mario Monti  chiuderà la legislatura nel 2013 in Sicilia, quindi si voterà ad ottobre per le regionali prima delle elezioni nazionali.

di Giulia Noera

Ma l’attesa è quella del verdetto del giudice sulla vicenda giudiziaria che vede imputato coatto a Catania, con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa il governatore siciliano Raffaele Lombardo, l’ udienza è rinviata al 24 maggio.

Si voterà per eleggere il nuovo Presidente della Regione e i 90 depututi dell’Ars e se come confermato si voterà ad ottobre, Lombardo dovrebbe così dimettersi entro luglio con un termine di tre mesi d’anticipo dalle elezioni regionali.

Il leader dell’Mpa mira a rafforzare l’alleanza per le regionali con l’asse Mpa, Fli ma punta anche su altri alleati come il Pd e il possibile ritorno dell’Udc. La coalizione su cui invece punta il Pd per le regionali è una coalizione di centrosinistra che vada da Sel all’Udc, per Bersani infatti in Sicilia si è esaurita la fase politica di Lombardo.

Dall’Udc il segretario D’Alia apre al dialogo e dice “siamo stati all’opposizione e ad ora non diciamo no al Pd e non diciamo no al Pdl.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.