Jessica Pratt al Teatro Massimo

Redazione

Jessica Pratt al Teatro Massimo

- martedì 17 Aprile 2018 - 06:16

Il terzo soprano per I puritani arriva a Palermo direttamente da New York Jessica Pratt al Teatro Massimo per I puritani con la direzione di Jader Bignamini dopo Lucia di Lammermoor al Metropolitan di New York. Nella recita di domenica chiesto il bis di “Suoni la tromba, e intrepido”

 

Sabato Jessica Pratt era al Metropolitan Opera House di New York, dove ha interpretato Lucia di Lammermoor con Roberto Abbado sul podio e il tenore Vittorio Grigolo; oggi, martedì 17 aprile sarà a Palermo, sul palcoscenico del Teatro Massimo, per un altro ruolo del quale è tra le interpreti più affermate, quello di Elvira ne I puritani. Proprio al Metropolitan l’anno scorso in occasione del suo debutto per Die Zauberflöte di Mozart la Regina della Notte di Jessica Pratt è stata elogiata dal New York Times per il “timbro splendente e gli acuti liberi e facili”.
Martedì 17 aprile e giovedì 19 aprile alle 18.30 con Jessica Pratt (Elvira) vi saranno Celso Albelo (Arturo), Julian Kim (Riccardo), Nicola Ulivieri (Giorgio), Anna Pennisi (Enrichetta), Roberto Lorenzi (Gualtiero Walton) e Antonello Ceron (Bruno). L’Orchestra del Teatro Massimo sarà diretta da Jader Bignamini, direttore residente dell’Orchestra LaVerdi di Milano, nell’allestimento con regia, scene e costumi firmati da Pierluigi Pier’Alli, regia ripresa da Alberto Cavallotti.  La recita del 19 aprile sarà trasmessa in streaming sul sito del Teatro Massimo.
Mercoledì 18 aprile invece il ruolo di Elvira sarà affidato al giovane soprano spagnolo Ruth Iniesta; con lei in scena Shalva Mukeria (Arturo), Giorgio Caoduro (Riccardo), Ugo Guagliardo (Giorgio), Anna Pennisi (Enrichetta), Roberto Lorenzi (Gualtiero Walton) e Antonello Ceron (Bruno). La recita sarà trasmessa in streaming in diretta sul sito del Teatro Massimo.
Nella recita di domenica 15 aprile alla fine del secondo atto è stato richiesto a gran voce e infine concesso il bis del duetto tra il basso (Nicola Ulivieri) e il baritono (Julian Kim) “Suoni la tromba, e intrepido”.

Jessica Pratt
Jessica Pratt che il New York Times ha elogiato per il timbro splendente, con acuti liberi e disinvolti, si è esibita, fin dal suo debutto come Lucia di Lammermoor, nei più prestigiosi teatri internazionali quali il La Scala di Milano, il Covent Garden di Londra, Zurigo, Amsterdam, Vienna, Berlino, Barcellona, Parigi, Roma, l’Arena di Verona e il Metropolitan di New York, collaborando con direttori quali Oren, Santi, Nagano, Abbado, Frizza, Noseda, Thielemann, Pidò e Dudamel.
Ospite ambitissima di orchestre e festival internazionali, ha partecipato numerose volte al Rossini Opera Festival di Pesaro e al Donizetti Festival di Bergamo, con cui ha inciso svariati capolavori inediti. Ha calcato le scene di manifestazioni come il Festival Granda di Lima accanto a Juan Diego Florez, il Festival Verdi di Parma con Leo Nucci, il Savonlinna Opera Festival con il Teatro Real di Madrid, il Klangvokal Musikfestival di Dortmund e il Caramoor Summer Music Festival di New York.
Una delle cantanti più attive del momento, Jessica Pratt ha debuttato, nello spazio di una decade, in ben 35 diversi ruoli di cui il più popolare è Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti con quasi 100 spettacoli in 28 produzioni ovunque nel mondo dal Sud America all’Australia passando per New York, Parigi, Zurigo, Milano, Torino, Venezia, Firenze, Roma e Napoli. Seguono da presso, per popolarità, i ruoli di Amina da La Sonnambula ed Elvira da I Puritani di Vincenzo Bellini.
Il suo stretto legame col belcanto l’ha consacrata da tempo raffinata interprete del repertorio rossiniano, indossando le vesti di ben 12 eroine del compositore pesarese per conto del ROF, in titoli quali Semiramide, Armida, Adelaide di Borgogna e, più recentemente, Desdemona nell’Otello a Barcelona, Rosina dal Barbiere di Siviglia all’Arena di Verona ed una acclamatissima Amenaide nel Tancredi a Valencia.
L’altro compositore a cui Jessica Pratt è spesso associata è Donizetti, con cui ha debuttato nelle Convenienze ed Inconvenienze Teatrali a La Scala di Milano e dove è poi ritornata con Lucia di Lammermoor. Recentemente, esplorando con successo il lato comico della produzione donizettiana, ha aggiunto quattro titoli al suo repertorio: La Fille du Regiment a Las Palmas, Don Pasquale a Bilbao, L’elisir d’amore a Barcelona e Rosmonda d’Inghilterra con il Festival Donizetti dove è inoltre invitata in questa stagione come artista in residenza per un concerto di gala e il ruolo di Elisabetta nel Castello di Kenilworth.
Spiccano inoltre, per rilievo e riscontro critico, il debutto alla Metropolitan Opera di New York nei panni della Regina della Notte dal Flauto Magico di Mozart e il successivo ritorno nel prestigioso contesto newyorkese con Lucia di Lammermoor.
Tra i suoi impegni nel breve futuro si segnala un simbolico debutto nell’iconica sala a giunchiglia dell’Opera Australia di Sydney con Lucia di Lammermoor, Die Zauberflöte di Mozart alla Staatsoper di Amburgo, un atteso ritorno a La Fenice di Venezia nel ruolo di Semiramide, il citato Castello di Kenilworth al Donizetti Festival, il suo debutto nel ruolo di Zerbinetta nel Ariadne auf Naxos a Tolosa ed un prossimo impegno con i quattro ruoli de Les contes d’Hoffmann di Offenbach.

Biglietti da 125 a 15 euro. La biglietteria è aperta dal martedì alla domenica dalle ore 9.30 alle ore 18.00 e nei giorni di spettacolo a partire da un’ora prima e fino a mezz’ora dopo l’inizio.