La settimana del Museo Pasqualino: 20-26 Aprile 2020

La settimana del Museo Pasqualino: 20-26 Aprile 2020

- martedì 21 Aprile 2020 - 09:38

Proseguono le attività online nell'ambito del progetto "The Human Library

Proseguono le attività online nell’ambito del progetto “The Human Library. I libri sono uomini”, promosso dall’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari di Palermo in collaborazione con ALAB–Associazione Liberi Artigiani Artisti e sostenuto dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo – Direzione generale creatività contemporanea e Rigenerazione urbana, Piano Cultura Futuro Urbano – “Biblioteca di quartiere”.


Due le iniziative in programma per questa settimana:

Le video presentazioni delle riviste edite dalle Edizioni Museo Pasqualino e il secondo appuntamento del seminario permanente Etnografie del contemporaneo: Gentrificazione e margini _Il diritto di rimanere: gentrificazione a Barcellona, Roma, Casablanca di Stefano Portelli

Le video presentazioni

Proseguono le video presentazioni delle Edizioni Museo Pasqualino nell’ambitodell’iniziativa #ILMUSEOPASQUALINOACASATUA,  che danno voce ad autori e curatori di libri e riviste  pubblicate dalle Edizioni Museo Pasqualino, dirette da Rosario Perricone. 

Per questa settimana tre gli appuntamenti mattutini su facebook, twitter, instagram e sui siti istituzionali, con le video presentazioni dedicate alle riviste edite dalle Edizioni Museo Pasqualino.

Lunedì 20 aprile

Vincenzo Padiglione presenta la prestigiosa rivista quadrimestrale AM-Antropologia Musealedi cui è fondatore e direttore. La rivista si propone come spazio di confronto, luogo di convergenza e dibattito tra musei e istituzioni, accademici, archeologi, architetti, storici dell’arte e antropologi; riflessioni teoriche che vanno oltre il testo scritto e che danno rilevanza anche all’etnografia visuale data dai musei. 

Mercoledì 22 aprile

Valentina Di Miceli presenta la rivista Osservatorio Outsider Artdi cui è direttore responsabile per la direzione scientifica di Eva Di Stefano. La rivista è coedita da due delle realtà siciliane più rappresentative del mondo dell’arte contemporanea da un lato e dell’antropologia dall’altro: l’Associazione Culturale Osservatorio Outsider Art e l’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari – Edizioni Museo Pasqualino, unite sinergicamente per dare spazio all’indagine, alla riflessione e al confronto interdisciplinare.

Venerdì 24 aprile

Sergio Bonanzinga presenta la rivista semestrale sia online che cartacea Etnografie sonore / Sound Ethnographies che dirige insieme ai professori Giorgio Adamo (Università di Roma Tor Vergata) e Nico Staiti (Università di Bologna), coedita dalle Edizioni Museo Pasqualino e Neoclassica.  La rivista, che pubblica contributi in italiano e in inglese, nasce dall’ esperienza di ricerca dell’etnomusicologia italiana e si propone come terreno di incontro in ambito internazionale per tutte le prospettive di indagine che affrontano la complessità e la trasformazione delle pratiche musicali.


Bimbilab

Per concludere, domenica 26 aprile alle ore 15 ritorna per i più piccoli BIMBILAB online: questo secondo appuntamento è dedicato al laboratorio Enrico Baj: marionette e riciclo.
Era il 1990 quando Enrico Baj realizzò un’importante collaborazione col Museo internazionale delle marionette, portando in scena lo spettacolo Le bleu-blanc-rouge et le Noir, in occasione del XIV Festival di Morgana.
Le marionette, appositamente create dall’artista per lo spettacolo, sono dei veri e propri assemblaggi di materiale riciclato; figure stilizzate e grottesche a cui i bambini potranno ispirarsi per esprimere la propria creatività.

La collezione

Le mattine di martedì, giovedì e sabato saranno invece dedicate alla collezione del Museo. In particolare, condivideremo sui canali istituzionali web e social foto di importanti opere d’arte contemporanea, realizzate per tre spettacoli che tra gli anni Ottanta e Novanta furono prodotti dal Museo delle marionette.
Le scenografie di Renato Guttuso utilizzate nello spettacolo Foresta-radice-labirinto di Italo Calvino, regia di Roberto Andò (1987).
Le marionette e macchine sceniche realizzate dall’artista e regista polacco Tadeusz Kantor per lo spettacolo Macchina dell’amore e della morte (1987).
I pupazzi di Enrico Baj realizzati per lo spettacolo Le bleu-blanc-rouge et le Noir dell’Arc-en-terre di Massimo Schuster e le marionette da tavolo realizzate per lo spettacolo Roncisvalle (2001).