Una marina di libri: in anteprima il nuovo romanzo di Parlagreco

Redazione

Una marina di libri: in anteprima il nuovo romanzo di Parlagreco

- martedì 06 Giugno 2017 - 08:10

In libreria dal 15 giugno per Navarra Editore e in presentazione in anteprima l’11 giugno a Una marina di libriOperazione Lure. Come la Sicilia divenne la 49sima stella Usa” il nuovo libro di Salvatore Parlagreco, stimato giornalista e scrittore siciliano, autore di inchieste, romanzi, sceneggiature, antologie e saggi, fondatore e direttore di SiciliaInformazioni e noto in particolar modo per “L’uomo di vetro” (Premio Walter Tobagi 1999), da cui è stato tratto il film omonimo di Stefano Incerti (Premio del Festival Internazionale di Taormina per la sceneggiatura).

“Operazione Lure. Come la Sicilia divenne la 49sima stella Usa” verrà presentato in anteprima assoluta a Una marina di libri, il festival dell’editoria indipendente di Palermo promosso dalla stessa Navarra Editore con Sellerio e CCN Piazza Marina e dintorni, domenica 11 giugno alle 17:00 all’Orto Botanico di Palermo sul Palco principale di Una marina di libri. Interverranno con l’autore Leonardo Agueci, Alberto Di Pisa, Salvatore La Rosa e Elvira Terranova.

Nel libro Parlagreco parte da una premessa singolare: alla fine degli Anni Quaranta gli Stati Uniti hanno accolto la volontà dei separatisti siciliani, e la Sicilia è diventata la 49esima Stella della Federazione.  Oggi a mezzo secolo di distanza, si indice per iniziativa siciliana un referendum popolare sull’indipendenza dell’Isola e il suo ritorno all’Italia, a cui il Presidente Usa, Donald Trump, non si oppone. Prende così l’avvio un intricato thrillerche ha per protagonista Burt Pierce – giornalista del Repubblicano e figlio di Reginald Pierce, tra i principali promotori dell’annessione siciliana agli Usa – il quale, inviato in Sicilia per seguire la campagna referendaria, ne approfitta per indagare sulla scomparsa del padre avvenuta in Sicilia molti anni prima e scompare a sua volta nel nulla. Toccherà a Visconti – spalla e fraterno amico di Burt, anche lui di origine siciliana – andare a Palermo per raccontare il referendum. Ma la drammatica scomparsa di Burt non può essere ignorata e farà tornare in superficie la vicenda di Reginald, seppellita dal tempo e dai servizi segreti statunitensi.

Parlagreco si serve qui della fantapolitica e del thriller per indagare su un passato rimosso troppo facilmente, con i suoi enigmi, misteri, misfatti: dal presente alternativo di una Sicilia americana, con rapidi flash, il romanzo racconta la Sicilia del dopoguerra, che fu teatro di un furibondo conflitto, anticipò la guerra fredda e portò a una nuova e solida alleanza tra mafia siciliana e americana.