Supersacca, mostra pensata per rendere l’Arte accessibile a tutti

Clara Di Palermo

Supersacca, mostra pensata per rendere l’Arte accessibile a tutti

- sabato 25 Novembre 2023 - 07:00

A Modica una collettiva giunta alla seconda edizione e che ha l'obiettivo di fare avvicinare all'arte i più, anche da un punto di vista economico dato che è stato chiesto espressamente agli artisti di proporre opere con un costo limitato (nella foto di copertina, la sede della galleria)

A Modica l’arte è di casa e domani, domenica 3 dicembre, alle ore 17.30 verrà inaugurata la seconda edizione della mostra SUPERSACCA. Il titolo del progetto, lanciato per la prima volta tre anni fa da Giovanni Scucces, lega il carattere “eccezionale” dell’iniziativa al nome della sua galleria d’arte (SACCA, appunto), per l’occasione in versione extralarge! Infatti, saranno oltre 40 gli artisti presenti in mostra con una o più opere.

Tanti artisti e tanti stili

Una collettiva fortemente voluta per coinvolgere e mettere in relazione un cospicuo numero di artisti, anche di generazioni diverse, sia promossi abitualmente dalla galleria che coinvolti già in altre occasioni o invitati per la prima volta. In questa maniera sarà possibile presentare, in un colpo solo, un ampio ventaglio di espressioni artistiche, stili, ma anche temi estremamente diversi, frutto di percorsi parecchio variegati. Un modo per fare rete attraverso l’attivazione di collaborazioni di qualità fra nomi noti e giovani promettenti, ma anche fra ambiti territoriali differenti.

“Giovanni”, di Giorgio Distefano

E l’arte alla portata di tutti, anche economicamente

Inoltre, per rendere l’arte più accessibile e ampliare la platea degli art lovers, è stato chiesto agli artisti invitati di partecipare con delle opere che verranno proposte al pubblico a un costo limitato (da 500 euro in giù). Un’occasione imperdibile per fare un tuffo nell’arte di oggi e magari trovare l’opera giusta per impreziosire la propria collezione o caratterizzare i nostri ambienti.

“Il carrubo e la cometa III”, di Alessia Scarso

Gli artisti di Supersacca

I 43 artisti in mostra sono: Ilde Barone, Orazio Battaglia, Andrea Mario Bert, Giuseppe Bombaci, Sandro Bracchitta, Davide Bramante, Daniele Cascone, Rita Casdia, Claudio Cavallaro, Luigi Citarrella, Giulia Conoscenti, Giuseppe Costa, Alfredo Covato, Demetrio Di Grado, Giorgio Distefano, Emilia Faro, Franco Fratantonio, Cristina Gardumi, Lorenzo Gnata, Loredana Grasso, Francesco Levoni, Andrea Mangione, Marco Mangione (Gummy Gue), Marilina Marchica, Dario Nanì, Carmelo Nicotra, Francesca Nobile, Riccardo Paternò Castello, Ettore Pinelli, Maurizio Pometti, Linda Randazzo, Francesco Rinzivillo, Salvo Rivolo, Piero Roccasalvo Rub, Manlio Sacco, Gabriele Salvo Buzzanca, Alessia Scarso, Federico Severino, Chiara Sorgato, Alice Valenti, Giuseppe Vassallo, Giovanni Viola, Vlady Art.

“Metamorfosi vegetale n.5”, di Lorenzo Gnata

Una mostra… Super, visitabile fino a gennaio

La scelta del titolo non è casuale. Riportando le parole del curatore Scucces, “Super può essere sia aggettivo che prefisso. Può esprimere sia qualcosa fuori dell’ordinario, quindi di eccezionale, ma anche di opulento. Infatti, non è certamente consueto vedere una mostra con oltre 40 artisti (di rilievo e giovani talenti) all’interno di una galleria. Inoltre, questa “sovrabbondanza” ci dà la possibilità di presentare unitariamente una notevole quantità di lavori contraddistinti da una grande varietà di supporti e tecniche, realizzati sia da artisti con cui la galleria collabora abitualmente che da nomi noti o nuovi che, in molti casi, si distinguono all’interno della scena artistica contemporanea, in Italia e all’estero”.

Supersacca, con ingresso gratuito, potrà essere visitata fino al 13 gennaio, dal martedì al sabato, secondo i consueti orari di apertura o su appuntamento, nella sede della galleria Sacca, Via Sacro Cuore 169/A (ingr. da via Fosso Tantillo), a Modica. Nella giornata inaugurale ci sarà l’occasione di conoscere anche alcuni degli artisti invitati. Inoltre, particolarità di questa mostra, oltre a poter opzionare le opere esposte, si avrà la possibilità di portare via sin da subito i propri lavori preferiti.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta