To be model, per una professionalità nel settore fashion

Redazione

To be model, per una professionalità nel settore fashion

- venerdì 25 Dicembre 2015 - 08:56

 

Nasce a Palermo To be model, un corso di portamento per ragazzi e ragazze, patrocinato da Confcommercio Palermo e dell’Associazione Stilisti e Marchi, perché possano acquisire professionalità nel settore della moda. 

a cura  dellAssociazione Stilisti e Marchi della Confcommercio

In questo momento di fermento e di risveglio nel settore moda, nasce a Palermo To be model, un corso di portamento per ragazzi e ragazze, perché possano imparare come percorrere una passerella degli eventi moda o fare un servizio fotografico, avendo acquisito una professionalità nel settore fashion. Negli ultimi anni, infatti, è mancata questa figura a causa della carenza di opportunità.

Nasce con questo obiettivo “To be MODEL”, un corso di portamento che dà l’occasione ad alcune selezionate ragazze e ad alcuni selezionati ragazzi di trasformarsi in veri indossatrici e indossatori professionisti, con la concreta  possibilità di affacciarsi con i requisiti giusti al mondo del fashion.

“Il corso sarà altamente formativo – dice Daniela Cocco, Presidente dell’associazione Stilisti e Marchi di Confcommercio Palermo – e darà certamente le chiavi per cogliere gli sbocchi professionali che ne derivano”.

A questo corso che avrà la durata di circa due mesi  e che ha ottenuto il Patrocinio di Confcommercio Palermo e dell’Associazione Stilisti e Marchi, sarà associato un talent al quale parteciperanno e si scontreranno 12/16 ragazze e ragazzi selezionati secondo dei requisiti che dovranno rispettare determinati standard stabiliti da uno staff  tecnico.

“Come un vero e proprio talent, di quelli a cui ci ha abituati ormai da anni la tv italiana – aggiunge Daniela Cocco – i ragazzi dovranno seguire il corso e affrontare determinate prove per valutare, lungo il percorso, i miglioramenti fatti da ciascuno di loro o le criticità che si andranno evidenziando. E’ chiaro che, oltre alle doti fisiche naturali, si presterà attenzione anche al modo di interpretare un abito e la passerella”.

Le prove che i ragazzi sosterranno, saranno mandate in onda in tv e in ogni puntata ci sarà una votazione che stabilirà il migliore o la migliore di quella puntata. A giudicare, una giuria tecnica e il pubblico che potrà dare la propria preferenza tramite il televoto.

Il corso si concluderà con un grande evento sfilata dove tutti avranno l’attestato di idoneità, ma solo una sarà decretata la migliore o il miglior fashion model che vincerà un contratto di un anno ed un servizio fotografico con un’importante agenzia di Milano.

La giuria

La giuria sarà composta da esperti: La stilista Daniela Cocco, la giornalista Milvia Averna, la fashion blogger Meryem Amato e il fashion influencer Vincenzo Parisi.

In ogni puntata, poi, ci sarà un quinto giudice che cambierà di volta in volta in base alle prove che sosterranno le aspiranti fashion model. A completare il cast, il fashion director Roberto Capone, nella doppia veste di coach e opinionista, mentre la preparazione di aspiranti modelli e modelle sarà affidata all’abilità e all’esperienza di Maria Grazia Bonura.

“In un momento come questo – dice la presidente Cocco – in cui le aziende e i produttori locali stanno investendo sul proprio prodotto, forti della qualità e competenza siciliana che ci contraddistingue, per affacciarsi al mercato internazionale, c’è bisogno  di altrettanta preparazione e competenza per interpretare lo  stile Made in Sicily. Ci sono tante bellissime ragazze nel nostro territorio, ma questo non basta. Se le metti davanti una macchina fotografica o su una passerella non sanno camminare come richiesto o interpretare ciò che stanno indossando…….. sono ancora acerbe, hanno bisogno di essere preparate. Se ci si vuole approcciare alla macchina del Fashion business, che nulla lascia al caso e dove le richieste e le aspettative degli stilisti sono altissime sia a Palermo che a Roma o a Milano, ci si deve adeguare”.

“Ecco…… questo corso vuole dare questi strumenti – aggiunge la Cocco -. Penso che dopo tanti anni di assenza oggi possa essere una grande opportunità per le ragazze e ragazzi che vi parteciperanno”.

Tag:

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta