“Cosmopolita” la mostra fotografica di Fabrizio Cannella

Redazione

“Cosmopolita” la mostra fotografica di Fabrizio Cannella

- venerdì 04 Dicembre 2015 - 08:55

E’ stata inaugurata sabato 28 novembre presso gli spazi della galleria 091Lab, la mostra fotografica di Fabrizio Cannella dal titolo “Cosmopolita” a cura di Clara Martorana.

di Carmela Gulino*

Fabrizio Cannella nasce a Palermo nel 1 Luglio 1978. Dopo la laurea in legge, avverte e si rivela in lui, una crescente passione per lo studio della fotografia e della grafica che lo porta ad una ricerca artistica sempre più intensa e spasmodica. La celebrazione di “alcuni attimi di vita” attraverso le fotografie, diventa presto una necessità alla quale lo stesso non riesce a sottrarsi, mettendo al servizio della ricerca e dell’osservazione le sue numerose e coinvolgenti esperienze di viaggio in giro per il mondo. Ecco il suo presentarsi e sentirsi cosmopolita: Kosmos (cosmo) polìtes (cittadino), uomo cittadino del mondo.

“COSMOPOLITA”          mostra fotografica

La mostra nasce come omaggio all’uomo: l’uomo viandante, l’uomo d’affari, l’uomo spensierato, l’uomo solitario e che scruta. L’uomo che riesce veramente ad essere libero sentendosi parte del tutto poiché non si identifica nello spazio ristretto di una territorialità ben circoscritta. Lo stesso Voltaire per definire il termine cosmopolita disse: “ Non è né francese, né inglese, né fiorentino: egli è di tutti i paesi”. Ecco perché, tra le foto di Fabrizio Cannella, la presenza dell’uomo è costante, anche quando non è ritratto se ne intuisce la presenza o il suo avvenuto passaggio.

L’artista afferma: “…quello che noi vediamo esiste perché creato e vissuto dall’uomo, attraverso il mio obiettivo voglio cogliere ed immortalare gli attimi più salienti di questo legame”.

Gli scatti presentati giocano sulla bellezza e l’essenzialità del bianco e del nero: istanti che si fissano sulla carta passando dalla precisione del bianco, che rivela ogni minimo dettaglio, alla straordinaria melanconia racchiusa dal nero e dall’infinite gradazioni di grigio che lo precedono. Sotto le sembianze di scatti rubati, immagini perfette perché perfetto l’attimo in cui si sono rivelate, Cannella riesce a manifestare ben oltre la fiera consapevolezza di essere un cosmopolita: traspare infatti la velata e la disarmante solitudine che accompagna l’uomo contemporaneo.

Le fotografie in esposizione, di fatti pongono il fruitore in una condizione quasi voyeuristica della realtà rappresentata, si trova ad osservare non osservato, non è coinvolto in quello che accade o sta per accadere: osservatore distaccato , straniero che pur non facendo parte di quella realtà, ne assimila inconsapevolmente l’essenza, diventandone cosmopolita.

La mostra sarà visitabile sino a sabato 5 dicembre 2015, presso gli spazi di ‪#‎091lab siti in via Maletto, 3 Palermo.

*Associazione Mialò Art

 

 

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta