Una kermesse di colori e sapori

Redazione

Una kermesse di colori e sapori

- venerdì 07 Settembre 2012 - 07:00

Cefalù al Festival dei Borghi più belli d’Italia e protagonista della prima edzione del ‘Borgo dei sapori’. Due grosse opportunità per mostrare la vera identità culturale e la reale offerta enogastronomica e musicale del territorio delle Madonie

Quest’anno anche Cefalù è presente alla VII edizione del Festival de ‘I Borghi più belli d’Italia.

Il club de ‘I Borghi più belli d’Italia’ è nato nel 2001 su impulso della Consulta del Turismo dell’ Associazione dei Comuni Italiani (ANCI). L’iniziativa ha un obiettivo su tutti, quello di preservare l’identità dei piccoli comuni, valorizzarne le ricchezze e offrirle al visitatore più attento.

 La manifestazione che si aprirà ufficialmente domani e che si chiuderà domenica 9 settembre si svolge in Puglia, nei comuni di Pietramontecorvino, Bovino, Alberona e Roseto Valfortone.

 Nei giorni del Festival, saranno 45  ‘I Borghi più belli d’Italia’ presenti con propri stand e delegazioni in rappresentanza di tutte le regioni d’Italia.

La Sicilia è presente con i comuni di Cefalù  e Castemola (Me).  

La delegazione cefaludese, composta da Vincenzo Garbo, Consigliere comunale e da Valeria Piazza, Portavoce del Sindaco, curerà l’allestimento di  uno stand che pubblicizzerà la bellezza paesaggistica e l’importanza storico-culturale della città attraverso immagini e pubblicazioni dell’editore Salvatore Marsala ed alcuni volumi curati dalla Fondazione Mandralisca, prodotti di artigianato locale quali ad esempio i preziosi ricami e oggetti d’arte creati dalle donne dell’associazione ‘Pina Alberti – Ricamarte’ e dalle ceramiche artistiche di ‘A Lumera’.

Per il Sindaco Rosario Lapunzina, la partecipazione di Cefalù è espressione della voglia della Città di riappropriarsi del ruolo che le spetta nell’ambito dei circuiti turistico-culturali nazionali ed internazionali. “Riteniamo – afferma il sindaco – che la nostra città debba avere in futuro un ruolo da protagonista sfruttando appieno l’essere parte  del club de ‘I Borghi più belli d’Italia’ e del club de ‘I Borghi più belli del Mediterraneo’. Per questo Cefalù non si limiterà a partecipare a questa importante kermesse, ma l’Amministrazione comunale sta già lavorando per organizzare, nella nostra città, il Festival de ‘I Borghi marinari più belli d’Italia’.

La presenza delle Madonie non finisce qui. Non una sagra, ma un forte momento di promozione dell’offerta identitaria gastronomica delle Madonie. Sarà questo, e molto altro ancora, la prima edizione de ‘Il Borgo dei Sapori’, manifestazione in programma sabato 15 settembre dalle 18,30 in piazza Cristoforo Colombo a Cefalù. La kermesse, organizzata da GHEA soc. coop in partenariato con il Consorzio Produttori Madoniti e il Comune di Cefalù ( Assessorato Agricoltura) con il patrocinio dell’Assessorato Regionale alle Risorse Agricole e Alimentari e il supporto tecnico dell’Istituto Alberghiero, ha l’obiettivo di valorizzare la dimensione gastronomica dell’identità siciliana connessa al paesaggio. Un’idea-forza originale che trova nello scenario di Cefalù, perla del Tirreno e uno dei Borghi Più Belli d’Italia, la cornice ideale. Partecipando al ‘Il Borgo dei Sapori’, il visitatore vivrà l’emozione e il gusto di una serata all’insegna del prelibato cibo e del buon vino. Negli stand enogastronomici allestiti dai soci del ‘Consorzio Produttori Madoniti’ e sui banchi espositivi ci sarà spazio solo per i prodotti di nicchia madoniti. Udito, olfatto, tatto, vista, gusto saranno inevitabilmente sollecitati da un mix di sapori, odori e colori unici e originali. Un percorso non solo gastronomico, quindi, ma anche culturale in cui sarà possibile partecipare, interagire, percepire, apprendere, gustare e acquistare. Chi deciderà di lasciarsi incuriosire da ‘Il Borgo dei Sapori’ riceverà, infatti, materiale pubblicitario turistico e gastronomico e, mediante la partecipazione ai ‘laboratori sensoriali’ guidati da tecnici esperti (la prenotazione è obbligatoria entro il 13 settembre), imparerà a riconoscere le peculiarità di gusto e di qualità dei mieli, degli oli e dei formaggi madoniti. Si potrà anche gustare e acquistare i prodotti finiti e durante la serata è prevista una degustazione con menù fisso, munendosi di un ticket, acquistabile al simbolico costo di 5 euro, si potranno assaporare una passatina di pomodoro siccagno con ricotta salata e foglioline di basilico, caserecce alle zucchine verdi e guanciale croccante, zucchine, melanzane e peperoni dell’orto grigliati e profumati alla mentuccia, tocchetti di formaggio madonita, ‘vastedda’ fritta madonita al miele di nettare di Sicilia e un bicchiere di ottimo vino rosso della cantina ‘Abbazia Santa Anastasia’. Il tutto sarà accompagnato da musica popolare siciliana che, oltre ad allietare il ‘borgo’, diffonderà la conoscenza di sonorità e stili musicali frutto di tradizioni, culture e ambiente antropologico che li generano e li caratterizzano.

Il ‘Il Borgo dei Sapori’ sarà, quindi, una vera e propria vetrina per mostrare sia l’identità culturale che l’offerta enogastronomica e musicale del territorio delle Madonie, che rappresenta in Sicilia una delle realtà più diversificate e ricche di attrazioni e tesori da scoprire. Ma anche un originale viaggio che condurrà il visitatore alla scoperta di una Comunità che si mostra nella sua essenza per dare, a chi la vuole conoscere, pieno appagamento ai suoi desideri e bisogni sensoriali. Essa, inoltre, rappresenterà l’avvio di un importante percorso progettuale che, nei prossimi mesi, vedrà lo stesso partenariato impegnato in altre importanti iniziative di valorizzazione e promozione del tessuto produttivo agroalimentare madonita . Da segnalare, nel contesto della kermesse del 15 settembre, l’importante presenza istituzionale del Gal Isc Madonie che curerà l’attività di animazione e informazione sulle opportunità di finanziamento offerte dal Psl ‘Madonie in rete per lo sviluppo del territorio rurale’.

La manifestazione si  inserisce tra le attività  di  rilancio  della Città e di reintegrazione con il  territorio,   fortemente promosse dal Sindaco Rosario Lapunzina  e dal suo Assessore  all’Agricoltura Laura Leonardis, impegnata giorno per giorno a ricostruire ed implementare reti strategiche sia territoriali che internazionali al fine di creare nuove opportunità per lo sviluppo del settore. In tale  direzione vanno infatti le progettualità presentate nei mesi di luglio e di agosto incentrate sull’acquisizione di nuove tecnologie a supporto dell’agricoltura e sullo sviluppo di un nuovo mercato legato alla vendita  anche on-line ( E-commerce)  dei prodotti biologi  locali.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta