Nessuno tocchi Rosalia: un flash mob domani a Palermo

Jakub_Schikaneder_-_Murder_in_the_House

Un flash mob alla vigilia del Festino di Santa Rosalia.  In una giornata in cui la città si prepara ad accogliere la Santa nelle sue strade,  il Coordinamento Antiviolenza 21 Luglio e l’Associazione Le Onde Onlus, invitano tutti a partecipare al flash mob di domani, giovedì 13 luglio dalle ore 19.00 in Piazza Politeama. Con il contributo musicale dell’Orchestra Sinfonica Siciliana.

 La Convenzione di Istanbul contro la violenza alle donne (ratificata dall’Italia con la Legge 27 giugno 2013, n. 77), “riconoscendo con profonda preoccupazione che le donne e le ragazze sono spesso esposte a gravi forme di violenza, tra cui la violenza domestica, le molestie sessuali, lo stupro, il matrimonio forzato, i delitti commessi in nome del cosiddetto ‘onore’ e le mutilazioni genitali femminili, che costituiscono una grave violazione dei diritti umani delle donne e delle ragazze e il principale ostacolo al raggiungimento della parità tra i sessi”, afferma che le donne che soffrono violenze hanno diritto a servizi dedicati e specializzati e le ragazze e le donne a misure di sostegno adeguate alle tipologie di violenza che hanno subito.

Come Rosalia, secondo la leggenda popolare a cui l’iniziativa si riferisce, fu vittima di quelle pressioni all’interno della sua famiglia da cui è riuscita a sfuggire con l’eremitaggio, molte donne nella vita di tutti i giorni soffrono violenze. Le donne, italiane e straniere, muoiono principalmente per mano dei loro mariti, ex-mariti, padri, fratelli, fidanzati o amanti, “innamorati” respinti, sfruttatori per le ragazze vittime di tratta.

Il matrimonio forzato è una forma di violenza verso le donne, viene violata la libertà delle donne, con la consapevolezza che il concetto di libertà, come quello di consenso, implica il riferimento alla soggettività, al modo in cui ogni donna la percepisce e rappresenta per se stessa e a partire da sé. Si intende matrimonio forzato anche quando a una donna viene impedito dalla famiglia, contro la propria volontà, di uscire da una relazione, di chiedere il divorzio.

I numeri delle donne assassinate in Italia sono a tutt’oggi impietosi: nel  2016  sono morte a causa della violenza maschile 120 donne (fonte ministero Giustizia); per ricordarle saranno disegnate  sagome di donne sull’asfalto e i cittadini e le cittadine sono invitati/e a portare un fiore.

La manifestazione “Nessuno tocchi Rosalia – Palermo contro la violenza verso le donne” è sui social network con un evento facebook: https://www.facebook.com/events/462450240799921/?active_tab=about e con l’hashtag  #NessunoTocchiRosalia.