Veganismo in Sicilia

veganismo_in_Sicilia

I modelli alimentari sono stati stravolti. Nonostante la forte tradizione e l’innata lentezza nei cambiamenti, la Sicilia è una terra pronta ad accogliere questi nuovi modelli. Scopriamo come e perché, con Lucia Pennisi, presidente di Veg Sicilia, l’Associazione Vegetariani e Vegani Siciliani. Veganismo in Sicilia

 

P.R. 

Il modello di consumo negli ultimi decenni si è radicalmente trasformato. Il consumo di carne, che per i nostri nonni rappresentava un bene di lusso, decisamente proibitivo per la stragrande maggioranza della popolazione, oggi, dai vegani, viene, addirittura bandito dalla tavola, dalla cultura in senso lato e dalla mentalità comune.
Quindi, canoni alimentari completamente stravolti. La Sicilia, nonostante la forte tradizione e l’innata lentezza nei cambiamenti, è una terra pronta ad accogliere questi nuovi modelli. Nella nostra Isola, c’è sempre maggiore richiesta e maggiore offerta in termini Veg, Verde e Green.
Catania, in particolare, è la città di maggiore vocazione veg, dove è possibile trovare ristoranti esclusivamente vegani, pizzerie, locali e pub vegfriendly che propongono anche l’alternativa vegan al solito menù tradizionale. Ancora poco per la domanda che si delinea, ma anche il mercato si va adeguando alla scelta vegana.la mia terra-min
“In un luogo caratterizzato da un suolo fertile e da condizioni climatiche propizie – dice Lucia Pennisi, presidente di Veg Sicilia, l’Associazione Vegetariani e Vegani Siciliani – è possibile coltivare e raccogliere una innumerevole varietà di piante, prodotti vegetali e frutti di antica tradizione e non”. L’associazione Veg Sicilia si traduce in un progetto 100 per cento siciliano, che si pone la promozione di una scelta di vita consapevole, di un’alimentazione naturale, quindi Veg ed eco-compatibile, promuovendo una cucina che dia valore al km0, ai produttori locali e ai loro prodotti, nonché alla loro stagionalità. “I prodotti che nascono dalla nostra Terra diventano il nostro cibo e alimentano la nostra salute. E’ un circolo virtuoso che non possiamo ignorare – chiosa Lucia Pennisi. In Sicilia – aggiunge – la scelta vegan, oltre che come scelta di vita, è vista come una grande opportunità, un viaggio alla ricerca di prodotti, patrimonio della biodiversità mediterranea, troppo poco valorizzati dalla globalizzazione e dallo scellerato potere delle multinazionali che hanno determinato la perdita delle identità locali, la crisi della nostra economia e soprattutto la non conoscenza del cibo”.
Veg Sicilia è consapevole che la salute passi attraverso il cibo e, quindi, è fondamentale che questo sia sempre più Local Organic Veg Eco e non soltanto vegan e crueltyfree. Il cibo che dobbiamo scegliere in maggior quantità è il cibo della nostra Terra, rigorosamente stagionale, più fresco possibile, più integrale possibile.

“La scelta vegan, comunque – riprende – è una scelta principalmente di vita, ma va sempre contestualizzata e non generalizzata in etichette che solitamente vengono messe da chi non la condivide. Vegan è un etichetta, perché definisce la scelta di non mangiare animali e derivati, ma  è una scelta consapevole che a volte può sfociare nell’estremismo, per altri, invece, è una moda, per altri ancora una scelta salutista, anche se decidere di alimentarsi in modo vegan non porta in maniera immediata a tale concetto”. Bisogna, insomma, contestualizzare le proprie scelte in base al territorio di appartenenza. Bisogna riappropriarsi del legame indissolubile con il territorio e i suoi prodotti naturali. “La scelta vegan in Sicilia è possibile più che negli altri posti – sostiene Lucia Pennisi -, perché noi abbiamo una quantità immensa  di piante e prodotti vegetali di tradizione e non, grazie appunto alle condizioni climatiche favorevoli”.

Sta nascendo, infatti, una rete di aziende con prodotti trasformati siciliani, da farine di grani antichi, pasta, olio, conserve, vino, eccetera di produzione biologica che rappresentano aziende che lavorano in modo efficace, rispettando la natura. E’ stato creato un gruppo di acquisto di prodotto fresco a km biologico, coltivato e prodotto secondo stagionalità e secondo natura. In quest’ottica – aggiunge Lucia Pennisi – svolgiamo un lavoro di ricerca e selezione nel territorio siciliano per mettere in rete (on e off line) tutte le aziende agricole biologiche, i punti di ristoro, le strutture ricettive, i punti di acquisto e di vendita Bio, farmacie, erboristerie, al fine ultimo di facilitare a tutti la ricerca delle aziende siciliane veg style. Inoltre, stiamo creando una rete di esperti siciliani, medici e nutrizionisti, accuratamente selezionati, che possano dare delle linee guida in merito a nutrienti e benefici di ogni alimento per evitare carenze o eccessi nutrizionali. Veg Sicilia è anche in collaborazione con chef di eccellenza”.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *