Ruggero e la macchina del tempo di Chiara Taormina

copertina

 

Amicizia, coraggio e tanta fantasia: “ Ruggero e la macchina del tempo ” di Chiara Taormina

 

di  Fabio Vento

Un cane corgi dal berretto d’aviatore, una roccia parlante che porge curiosi indovinelli. E ancora uno stormo di fate con la sua saggia Regina e un branco di infidi topi a guardia del proprio Re: per il coniglietto Ruggero e il suo piccolo amico Samù inizia una fantastica avventura. Un viaggio per aiutare un amico in difficoltà, fra terre inesplorate e mille insidie. Ma confortati, ancora una volta, dal calore dell’amicizia e da un incrollabile coraggio. 

E’ “Ruggero e la macchina del tempo”, il nuovo racconto per l’infanzia di Chiara Taormina (edizioni Il Ciliegio) che verrà presentato al pubblico domenica 13 maggio alle 11 alla libreria Feltrinelli di Palermo (via Cavour 133). Alla breve presentazione seguirà  uno spettacolo interattivo di animazione per i più piccoli, ispirato alla trama e ai personaggi del racconto, a cura di Cartoonia Animazione.

chiara_taormina
chiara_taormina

E’ un testo, come tanti altri per Taormina, che nasce da un profondo amore e rispetto per la vita animale: «Ruggero e Samù, i protagonisti del racconto, incontreranno presto un coniglietto abbandonato, di cui diverranno amici; con la propria generosità e tenacia, rusciranno a fargli ritrovare l’amore della propria famiglia d’adozione. Il mio libro vuole parlare proprio di questo: di amicizia, di coraggio, di lealtà fra animali che, forse, sono più umani degli uomini stessi. Ma spera anche di sensibilizzare su un tema specifico, quello degli abbandoni: si tratta, in genere, di decisioni prese dai genitori, ma non è escluso che anche i più piccoli possano imparare ad “alzare la testa” e a dire la propria.»
Ma c’è un particolare che più di tutto impreziosisce il volume, ed è la speciale prefazione di un grande narratore, Luis Sepúlveda, ormai da anni amico personale di Chiara. Ecco alcune delle sue parole:“Le storie che racconta e scrive Chiara Taormina sono per essere lette a voce alta, attorno al fuoco adesso che è  inverno.  Oppure  in  un  giorno  d’estate  al  calar  del sole. […] Come scrittore, come uomo che ama raccontare storie, so com’è difficile  scrivere per i lettori di pochi anni, per i bambini e i genitori che conservano la formidabile abitudine di leggere ai propri figli. La  mia  amica  Chiara  Taormina  riesce  sempre  a  mantenere l’attenzione  e  la  curiosità,  attraverso  un  modo  di  raccontare  che  ci  fa  partecipare  e,  grazie  a questo,  un  libro  finisce  per  diventare  un  qualcosa  di  personale  trasformandosi  in  un  patrimonio  per  tutti  noi.”

Chiara Taormina è nata a Palermo, dove risiede, nel 1973. Sue poesie e racconti sono pubblicati in varie antologie e riviste letterarie. Ha dato alle stampe la raccolta di versi “La voce della sera” (Il Quadrifoglio,  2002) e i racconti per ragazzi “Cammy e il tempio del sole” (Edizioni il Ciliegio,  2013), “Zeus e la sua magica avventura” (Edizioni il Ciliegio, 2014) e “Cammy e i pirati dell’ovest” (Edizioni il Ciliegio, 2016).

Il racconto si avvale dei disegni di Mirco V. Maselli, illustratore, vignettista e autore di testi, con trascorsi in Lupo Alberto, Cattivik e Sturmtruppen, e delle filastrocche a indovinello a cura dell’artista e musicista palermitano Maurizio Maiorana, che insieme agli haiku della stessa Chiara  impreziosiscono i capitoli della storia.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *