Animali notturni e La verità negata…i film della settimana

animali_notturni

Voglia di Cinema! – I consigli di Massimo Arciresi

 

Animali notturni (Nocturnal Animals, USA, 2016) di Tom Ford con Amy Adams, Jake Gyllenhaal, Michael Shannon, Aaron Taylor-Johnson
L’esordio dello stilista Ford (A Single Man) nel 2009 stupì. La sua opera seconda è perfino superiore: partendo dal romanzo di Austin Wright e plasmandolo – in sceneggiatura – secondo precise esigenze visive fotografate con ricercatezza da Seamus McGarvey (soprattutto nelle scene attinenti alla galleria d’arte della protagonista), l’autore intreccia superbamente (se si notano i celati collegamenti al di là dell’azzeccato parallelismo Adams-Fisher) tre assi narrativi. C’è l’insoddisfatto presente di Susan, il suo colpevole passato (ricostruito pian piano) e il libro che l’ex-marito le ha dedicato e spedito in anteprima, di cui la donna (che lo divora durante le sue insonnie croniche) coglie la crudele e dolorosa rappresentatività. E lo spettatore è invitato a condividere disagi e sconvolgimenti della lettrice.

 

Oppure…la_verita_negata

La verità negata (Denial, GB/USA, 2016) di Mick Jackson con Rachel Weisz, Timothy Spall, Tom Wilkinson, Andrew Scott
Altra fonte letteraria, da una vicenda vera e importantissima. La scrittrice e storica ebrea Lipstadt (la passionale Weisz), restia a confrontarsi con i negazionisti, nel 2000 è trascinata in tribunale dal più vanesio fra loro, l’inglese Irving (lo smagrito e assai torvo Spall); per la legge britannica, deve dimostrare la Shoah. Gli avveduti avvocati (il magnifico e segretamente umano Wilkinson e il serio Scott) frenano la sua impulsività nell’istruire il processo. C’è differenza tra una lezione in cui spiegare lucidamente gli argomenti della controparte e un’imputazione. Svolta nella filmografia di Jackson.

 

Voglia di cinema! La frase della settimana

«Tu non mi hai visto, se qualcuno te lo chiede. Mentire è facile quando dici la verità!» Il lupo Grey – mutato in ariete all’insaputa del branco – all’ingenuo amico di guardia Skinny (rimasto di spalle), prima di trovare una soluzione ai suoi insoliti problemi e affrontare lo scorretto Reager, usurpatore del comando, nel tenue cartoon digitale dai nobili contenuti Bianca & Grey e la pozione magica (Volki i ovtsi. Beeezumnoe prevrashchenie, Russia, 2016) di Max Volkov e Andreij Galat.

 

Questo articolo ha 1 commento

  1. Animali notturni è un capolavoro, Arrival è un film molto ben fatto ma, tuttavia, non raggiunge il livello stratosferico di Avatar.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *